Strumenti Utente



capitolato:intonaci

Intonaci

Realizzazione di intonaco.

Requisiti malta

Le malte dovranno essere dotate di marcatura CE ai sensi della UNI EN 998-1.

Non essendo destinate a scopi strutturali, il livello di attestazione previsto dalla norma EN 998–1 per questi malte è del “tipo 4” (autocertificazione del produttore).

Le malte da intonaco sono definite in base ai concetti: di prestazione e di dosaggio.

In relazione al modo con cui sono preparate e distribuite le malte per intonaco possono essere:

  • preparate in fabbrica (finita e semifinita)
  • pronte all’utilizzo, (malta fresca e malta umida)
  • premiscelate e predosate.

In relazione alla loro destinazione d’uso possono essere:

  • malte generiche (GP)
  • leggere (LW)
  • colorate (CR)
  • monostrato (OC)
  • da risanamento ( R)
  • termoisolanti (T).

Caratteristiche prestazionali

  • Destinazione d'uso malta ( e.g. Malta per intonaco interno/esterno per usi generali (GP))
  • Resistenza a compressione (vedi categorie paragrafo seguente)
  • Reazione al fuoco (e.g. Classe A1)
  • Adesione (e.g. $\ge 0,34 N/mm^2$)
  • Tipo di frattura (e.g. FP:A)
  • Assorbimento d’acqua (e.g. W0)
  • Permeabilità al vapore acqueo (e.g. $\le 10 μ$)
  • Conducibilità termica
  • Durabilità
  • Sostanze pericolose
    • Amianto: Assente
    • Cromo VI idrosolubile (D.M. 10/05/04) $< 2 ppm$

Resistenza a compressione (UNI EN 998-1)

Proprietà Categoria Valori
Resistenza a
compressione
CS I $0,4 ÷ 2,5 N/mm^2$
CS II $1,5 ÷ 5,0 N/mm^2$
CS III $3,5 ÷ 7,5 N/mm2$
CS IV $\ge 6 N/mm^2$

capitolato/intonaci.txt · Ultima modifica: 2017/05/18 09:44 da mickele

Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn StumbleUpon Email