Strumenti Utente



capitolato:autobloccanti

Pavimenti in massetti autobloccanti per esterni

Normativa di riferimento

UNI EN 1338

Elementi costitutivi

  • Sabbia sigillante per fughe di pavimentazioni di masselli autobloccanti costituita da miscela di leganti polimeri e sabbia tarata.

Modalità esecutive

La posa avverrà secondo le seguenti fasi:

  • Stesura del geotessuto con funzione di strato di separazione.
  • Bordure laterali.
  • Preparazione del piano di alloggiamento. Stesura e staggiatura di graniglia di allettamento di granulometria 3/6 mm per uno spessore da 4 a 5 cm, avendo cura che in nessun caso le pendenze vengano ricavate variando lo spessore di tale strato.
  • Posa dei masselli autobloccanti. La posa deve avvenire per semplice accostamento a secco e seguendo dei fili di riferimento posizionati ogni 4 - 5 m nei sendi longitudinale e trasversale all’avanzamento dei lavori e posti a circa 1 cm sopra la quota progettuale. Al fine di garantire una migliore uniformità cromatica, i masselli da posare saranno prelevati da almeno tre confezioni differenti.
  • Pre intasamento dei giunti. Stesura di un primo strato di sabbia silicea fine ed asciutta per una parziale sigillatura delle fughe.
  • Compattazione. Vibrocompattazione dei masselli autobloccanti con piastra vibrante munita di tappeto in gomma protettiva di modo da realizzare un primo assestamento della sabbia tra i giunti.
  • Sigillatura conclusiva. Al termine della vibrocompattazione saranno effettuati successivi spargimenti (almeno tre) di sabbia silicea fine. Quando le fughe saranno interamente intasate si provvederà alla pulizia finale.

capitolato/autobloccanti.txt · Ultima modifica: 2015/05/06 11:51 da mickele

Facebook Twitter Google+ Digg Reddit LinkedIn StumbleUpon Email